free website templates

l'autotrapianto di capelli

la soluzione definitiva al tuo problema
di calvizie


l'autotrapianto di capelli

L’impianto di capelli autologhi (o autotrapianto di capelli) è l’intervento di chirurgia estetica per ridurre la calvizie (anche chiamata "alopecia androgenetica") mediante autotrapianto di capelli prelevati dietro la nuca dello stesso paziente.
 
  La calvizie androgenetica è causata dall'azione del  DHT, un ormone derivato dal testosterone, sui bulbi dei capelli. I capelli, infatti, nascono da una radice, il "bulbo", chiamata anche "unità follicolare".  Quando il DHT entra in contatto con i bulbi, si lega ad alcuni recettori presenti nelle unità follicolari e ne causa il progressivo restringimento, riducendo cosi progressivamente lo spessore e la lunghezza dei capelli fino a determinare l'arresto della ricrescita e quindi la calvizie.

Tuttavia, alcuni bulbi, presenti nella zona parietale ed occipitale, non hanno i recettori per il DHT e non sono quindi influenzati dall'azione di questo ormone. Pertanto, la zona parietale e occipitale viene di solito risparmiata dalla calvizie, e può fungere da zona donatrice rendendo possibile l'autotrapianto. I bulbi di questa zona, in pratica, vengono prelevati grazie ad una tecnica sicura, senza bisturi, e cicatrici, e trasferiti nelle aree colpite dalla calvizie, che vengono quindi ripopolate di bulbi vitali e quindi di capelli, sani e robusti.

quando è raccomandato l'autotrapianto?

In tutti i casi di calvizie androgenetica maschile o femminile.  

in cosa consiste l'autotrapianto di capelli?

Presso ACIBADEM, l'autotrapianto di capelli viene praticato utilizzando l'innovativa  tecnica FUE (espianto unità follicolari), resa ancora più efficace grazie all'utilizzo   della metodica con PRP (plasma ricco di piastrine).

   Prima di procedere al trapianto, è necessaria una pianificazione accurata in base al tipo di calvizie: l'equipe medica di ACIBADEM effettuerà pertanto una scrupolosa valutazione della situazione individuale di ogni paziente.

La tecnica FUE utilizzata da ACIBADEM prevede l'espianto diretto delle unità follicolari tramite bisturi cilindrici dalla zona donatrice, dove solitamente questi ultimi sono resistenti alla calvizie, ed il successivo innesto nella zona ricevente, ossia l’area ove si è verificata la perdita dei capelli. Sia l'espianto che l'innesto vengono praticati singolarmente bulbo per bulbo, fino a raggiungere circa 5.000 bulbi trasferiti. Qualora i bulbi presenti nelle aree donatrici del capo non fossero in numero sufficiente a garantire una buona densità di capelli è possibile espiantare i bulbi piliferi del torace ed impiantarli nella zona centrale della testa.

L'autotrapianto con tecnica FUE non richiede anestesia totale ma solo un'anestesia locale che evita di provare qualsiasi dolore durante tutto l'intervento.

Considerando l'assenza di anestesia totale e la natura non invasiva di un trapianto con tecnica FUE, è possibile tornare in italia già 48 ore dopo, e riprendere le proprie attività lavorative il giorno successivo al rientro.

Proprio perchè non invasiva ed estremamente efficace la tecnica FUE è divenuta la tecnica d'elezione, ed ACIBADEM la propone da tempo con successo, senza ricorrere alla ben più invasiva tecnica FUT (follicular unit transplant), anche conosciuta come "strip", che consiste nell’asportazione chirurgica di una striscia di cuoio capelluto dalla zona donatrice, nella successiva dissezione della stessa e nel conseguente impianto dei singoli bulbi nelle aree riceventi.

I vantaggi della tecnica FUE, già in parte ricordati, possono essere sintetizzati nella
elevata efficacia dell'intervento, nell'assenza di cicatrici, punti di sutura, tagli sul cuoio capelluto, nella rapida guarigione della zona donatrice (15-20 giorni) con solo un lievissimo fastidio post intervento e risultati estetici migliori.
 
Negli uomini questa tecnica può essere utilizzata anche in caso di trapianto di baffi e barba.

I primi risultati diventano evidenti a partire dal terzo mese, ed al terzo- quarto mese è possibile apprezzare nelle aree riceventi una capigliatura di circa due centimetri, del tutto naturale.

L'autotrapianto di capelli con tecnica FUE prevede le seguenti fasi: 

1
anestesia locale 


Viene praticata una'anestesia locale del cuoio capelluto, in modo da eliminare completamente la percezione di qualunque sensanzione di dolore o fastidio. Quando possibile, in base alla situazione clinica, si utilizza l'innovativa tecnica dell'anestesia locale senza ago, mediante uno speciale dispositivo che inietta sottopelle il liquido anestetico senza procurare quel caratteristico, piccolo, dolore da inizezione, in modo da rendere l'esperienza ancora più confortevole.

2
estrazione dei bulbi dalla zona donatrice 

Utilizzando uno speciale strumento chiamato "panch", vengono estratti i bulbi dalla zona donatrice, in piccoli gruppi da 1 a 4, attraverso dei microsolchi con cui si prelevano porzioni minuscole di pelle, dette "innesti". La cute interessata da questi prelievi non subisce alcun trauma rilevante e non sviluppa cicatrici.

3
reimpianto nella sede ricevente 

Nel corso della stessa seduta, i follicoli estratti vengono reimpiantati nelle zona "ricevente" affetta da calvizie, con l'aiuto di un altro speciale strumento simile a una pinzetta. In tal modo, l'area affetta da calvizie viene ripopolata di bulbi vitali. Nel corso della seduta vengono trasferiti, in media, fino a 5.000 bulbi. Pertanto, la procedura richiede un tempo di intervento chirurgico che può variare dalle 4 alle 7 ore, a seconda del numero di bulbi necessari a ripopolare la zona interessata dalla alopecia; tuttavia, sebbene si tratti di un intervento chirurgico, il paziente non subisce alcun trauma, non viene utilizzato alcun bisturi e nessuna cicatrice rimane a carico del cuoio capelluto.

Mobirise

4
preparazione ed applicazione del PRP 

Presso ACIBADEM, l'autotrapianto di capelli con tecnica FUE viene reso ancora più efficace grazie all'utilizzo del PRP (plasma ricco di piastrine), un potente concentrato di fattori di crescita in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti, ottenuto da un campione di sangue dello stesso paziente. Il trattamento con PRP è fortemente consigliato a tutti coloro che hanno problemi di diradamento, alopecia androgenetica, indebolimento dei capelli, capelli sottili, caduta precoce dei capelli e viene utilizzato in abbinamento all'autotrapianto con tecnica FUE in quanto rafforza la ricrescita, accresce la vitalità dei follicoli, accellera e facilita la guarigione nelle aree sede di trapianto ed inoltre contribuisce al recupero dei "bulbi dormienti", ossia dei bulbi ancora vitali ma poco attivi.

La metodica con cui viene ottenuto ed applicato il PRP è la seguente: 

• viene prelevata una piccola quantità di sangue venoso (una provetta); 
• la provetta viene centrifugata in un'apposita centrifuga, in modo da separare il plasma ricco in piastrine ("PRP", appunto) dai globuli rossi e bianchi, che vengono eliminati; 
• il PRP cosi ottenuto viene infiltrato con una piccola siringa, in modo indolore, nel cuoio capelluto, nelle zone riceventi dove sono stati innestati i nuovi follicoli ed in quelle adiacenti, per garantire una stimolazione anche dei bulbi già presenti prima del trapianto ma poco attivi ("bulbi dormienti").

Mobirise

5
dopo l'autotrapianto 


Subito dopo l'intervento, sulla zona donatrice viene applicata una speciale fascia che rilascia gradualmente delle sostanze lenitive aiutando cosi la pelle a rigenerarsi. La benda deve essere indossata per 2-3 giorni, tempo nel quale le aree micro-perforate guariscono e, alla base dei bulbi impiantati, compaiono delle piccole crosticine, che scompaiono in una settimana circa.

Dopo le prime 24 ore il paziente può tornare a svolgere le proprie normali attività,anche lavorative. Nei primi giorni del post intervento è importante prestare attenzione a delle semplici accortezze, evitare di urtare e strofinare il capo, ridurre quanto più possibile la sudorazione e limitare gli sforzi fisici. Presso ACIBADEM vengono fornite chiare e complete indicazioni in merito a come e quando lavare i capelli, nonchè in mertito agli accorgimenti ed alle terapie consigliate nei giorni immediatamente seguenti al trapianto di capelli. 

Assai raramente insorgono complicanze dopo il trapianto con tecnica FUE, in genere  nel periodo successivo all'intervento possono manifestarsi solo piccoli gonfiori o disagi, che scompaiono in qualche settimana.

I primi risultati dell'autotrapianto divengono evidenti dopo poco tempo, in quanto la ricrescita dei capelli dopo l'intervento avviene a partire dal terzo mese ed intorno al quinto- sesto mese è possibile apprezzare una capigliatura di circa due centimetri, di aspetto del tutto naturale.

6
eventuali ulteriori sedute per l'applicazione del PRP 

In alcuni casi, in base al quadro clinico individuale, ACIBADEM  può consigliare di sottoporsi ad ulteriori cicli di PRP nei mesi successivi l’intervento. Tale accorgimento, unito al trattamento PRP che viene già somministrato nella seduta di autotrapianto, continuerà a supportare la crescita dei capelli trapiantati. In genere, quando necessario, il tratamento PRP consigliato dopo l’autotrapianto prevede da 2 a 4 sedute ogni 2 mesi circa, possibili in Turchia (con un viaggio di un solo giorno, andata e ritorno) o presso sedi convenzionate in Italia, appositamete autorizzate. 

Mobirise

il nostro programma di autotrapianto in ACIBADEM

Il trattamento richiede in tutto 3 giorni, ed è organizzato nel modo seguente:

primo giorno

• arrivo in Turchia
•  transfer dall'aeroporto ad ACIBADEM
•  visita tricologica
•  prelievo di un campione di sangue per esami clinici e per la preparazione del PRP
• relax e visita della città
• pernottamento in albergo

secondo giorno

• autotrapianto e applicazione di PRP
• pernottamento in albergo

terzo giorno

• controllo medico in ACIBADEM
• medicazione
• training corretto lavaggio dei capelli e raccomandazioni
• rientro in Italia

Il nostro pacchetto include:

 • viaggio in aereo dai principali areoporti italiani
• pernottamento in hotel per 2 notti 
• utilizzo del PRP (plasma ricco in piastrine)
• autotrapianto con tecnica FUE 
• esami del sangue 
• consulti e visite prima e dopo l'intervento 
• training corretto lavaggio capelli dopo il trapianto 
• servizio parrucchiere in ospedale
• medicazioni e farmaci 
• transfer (areoporto-hotel-ospedale)

come fare per sottoporsi ad autotrapianto con tecnica FUE presso ACIBADEM?

1

richiesta

compila ed invia il modulo di richiesta

2

invio foto

ti invieremo un link per caricare foto recenti delòlla testa e del collo (foto frontale, lato destro e lato sinistro)

3

valutazione

i medici di ACIBADEM valuteranno, gratuitamente e senza impegno, la fattibilità dell'autotrapianto

4

prenotazione

in caso di valutazione positiva, ti contatteremo per organizzare il viaggio e l'autotrapianto nel periodo a te più congeniale 

dove siamo 

Via Corfù 54
25124 Brescia

link rapidi

www.nilamedica.com

Nila Medica S.r.l.
Sede legale: Via Corfù 54, 25124 Brescia
P.IVA e C.F.: 03738320989
REA: BS 558966
Capitale: Euro 10.000,00 i.v.
nilamedica@pec.it
030 2423952 info@nilamedica.com 
© Copyright 2019 Tutti i diritti sono riservati Data ultima modifica: 02/05/2019 
Privacy Policy

Le informazioni contenute nel presente sito e nei siti correlati sono volte a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico paziente.
Nessuna delle informazioni riportate ha lo scopo di aiutare nella diagnosi di patologie e/o di indicare possibili terapie.